NOFEST 2017 - Non è un pranzo di gala

Edén


Edén (USA, 2014, 95') non è il genere di film a cui sono abituato, eppure in un certo senso ha in sé quella carica insopprimibile che è propria dei film più contemplativi a proposito dei quali solitamente scrivo e questo è dovuto al fatto che in sostanza Edén è una pellicola davvero onesta, capace di sviscerare una sensibilità cui pochi hanno il coraggio di accedere; il ritorno all'infanzia, cardine della pellicola, è infatti l'unico modo possibile per accedere a quell'origine che ci determina, e il fatto che quest'origine sia sempre stata appannata o velata e che sia proprio questo appannaggio a distanziarci da essa non può che far considerare le cose sotto una luce diversa, quasi che crescere, vivere, diventare adulti non sia altro che un allontanamento da una verità che lentamente mistifichiamo per poterla infine abbandonare e divenire ciò che siamo. Elise DuRant compone un affresco dal quale si è come distanziati, perché quell'infanzia non è la nostra e, anche se lo fosse, è trascorsa e pertanto non ci riguarda (più), e che a tratti può risultare insopportabilmente intimo, ma, per l'appunto, è proprio quando la narrazione prende il sopravvento e si è inevitabilmente portati a identificarsi nella situazione che le cose assumono una piega diversa e si è come piegati da esse; allora, un'ineluttabilità destabilizzante trasformerà l'autobiografia di Elise nella biografia di ognuno di noi, e ogni perdita, ogni mancanza, ogni tentativo fallito e ogni singolo abbandono della protagonista e del padre, interpretato da un incredibile Will Oldham (in arte Bonnie 'Prince' Billy), rievocheranno quelli che abbiamo introiettato e confuso per non poterli ricordare e diventare così adulti. Un film-epifania, dunque, un viaggio più metafisico che fisico, quale la stessa protagonista, che pure è tornata nella terra natale, compie, in cui la memoria si manifesta e assume i connotati di una ierofania nel momento stesso in cui converge con il tempo presente della nostra identità. 

Nessun commento:

Posta un commento