R\esistenze

Pieghe #38. Prossemica del luogo in ambienti anonimi. Sul cinema di Inger Lise Hansen

Read Article →
Il tempo e le sue alterazioni, ma soprattutto l'ambiente e la possibilità di far emergere variazioni che si muovono temporalmente e...
Pubblicato da : Francesca Rusalen
0 Comments

Restless

Read Article →
La proposta era quella di recensire uno degli ultimi film di Robert Todd, non tanto perché abbiamo esaurito quelli passati e non ci sia...
Pubblicato da : Francesca Rusalen
0 Comments

Paris est une fête - Un film en 18 vagues

Read Article →
Onde. L'ultimo film di Sylvain George,  Paris est une fête - Un film en 18 vagues (Francia, 2017, 95'), non è un oceano e ...
Pubblicato da : Francesco Cazzin
0 Comments

Hundun

Read Article →
A dir poco interessante, Hundun (Hong Kong, 2016, 3') di Lin Li è un cortometraggio la cui visione racchiude una contemplazione sa...
Pubblicato da : Francesca Rusalen
0 Comments

Ruins rider

Read Article →
Difficile - macché difficile, è anzi impossibile la radicalità con cui l'immagine viene trattata da Pierre-Luc Vaillancourt, e  ...
Pubblicato da : Francesco Cazzin
0 Comments

A . R . G .

Read Article →
A . R . G . (Italia, 2017, 2') è l'ultimo lavoro di Ignazio Fabio Mazzola, nato negli stessi giorni in cui il noFest 2017 - ...
Pubblicato da : Francesca Rusalen
0 Comments

Spit your face

Read Article →
Spit your face (Scozia, 2017, 37') è il mediometraggio di Rachel Maclean con cui Richard Ashrowan ha presentato la Scozia alla Bie...
Pubblicato da : Francesco Cazzin
0 Comments

Listen to me

Read Article →
Guardare o essere guardati non sono dicotomie superate ed esclusivamente relative a epoche in cui si pensava che le dicotomie potesse...
Pubblicato da : Francesca Rusalen
0 Comments

...the eyes empty and the pupils burning with rage and desire

Read Article →
Bruciare - il cinema. Scritto così, non più come se il predicato «bruciare» potesse essere assolto da un complemento oggetto, perché u...
Pubblicato da : Francesco Cazzin
1 Comments

I think you should come to America

Read Article →
I think you should come to America (Inghilterra, 2017, 21') analizza la formazione dell'immaginario su una cultura diversa dall...
Pubblicato da : Francesca Rusalen
0 Comments

Fotogrammi #60: Schefer, la responsabilità dello sguardo e la visione quale differirsi della morte

Read Article →
Se, in mezzo a una commedia qualsiasi, si accelerano, col proprio tempo sperimentale, degli affetti all'indirizzo di nessuno - sa...
Pubblicato da : Francesco Cazzin
0 Comments