Agiografie

Le agiografie, costituite da una serie di fotogrammi, simulacri, errata corrige, ordinarie recensioni etc., sono una sorta di retrospettiva riflessiva o riflessione retrospettiva su quei registi che, a nostro parere, rappresentano una sorta di materia santa del cinema.



Agiografia #1: Stan Brakhage

 Preludio per Brakage
• Metafore della visione
Anticipation of the night
Dog Star Man
• The machine of Eden
 Sirius remembered
• The dead
 Mothlight
• Deus ex
• Window water baby moving
• Scenes from under childhood
Visions in meditation
The mammals of Victoria
Burial path
• 23rd psalm branch
Unconscious London Strata
The domain of the moment
• Stellar
Stan Brakhage, martire dell'immagine



Agiografia #2: Mauro Santini

Fine d'agosto
Fermo del tempo
Di ritorno
Dove sono stato
Da lontano
Passeggiate urbinati
Cosa che fugge
La corniche
• Flòr da Baixa
Lisbona, S. Mamede
Da qui, sopra il mare
Attesa di un'estate
• Notturno
Petite mémoire



Agiografia #3: Robert Todd

Daylight exhibitions
Qualities of stone
Lightfall
Interplay
LuLLaBy
Golden Hour
 Thunder
Office suite / Paris, lab / The institution
Trauma victim
OverWater / Marking Time / Oblong box / Fluid dynamics / Stray marks
• Repair
• Cascade
In loving memory
Summer light
 Passage
Coming cold
Falling

Nessun commento:

Posta un commento